.
Annunci online

 
Diario
 




______________________________




______________________________


Danza:

- Akram Khan Company / National Ballet Of China - bahok
- Alias Compagnie - Escucha Mi Cantar
- Ballet Du Grand Theatre De Geneve - Para-Dice, Selon Desir, Loin
- Ballet National De Marseille - La Citè Radieuse
- Balletto di Torino - .Ray Man and other works
- Centre Choregraphique National De Nantes Claude Brumachon & Benjamin Lamarche - Le Temoin
- Cie Bud Blumenthal/Hybrid - Les Reflets D'Ulysse
- Compagnia Abbondanza/Bertoni - Medea
- Compagnia Abbondanza/Bertoni - Polis
- Compagnie Heddy Maalem - Un Petit Moment De Faiblesse, Etude Nue, Le Sacre Du Printemps
- Company Blu - La casa invisibile
- Dancetheatre Of The National Theatre Of Northern Greece - Swan Lake City
- Do Theatre - Hopeless Games
- Ersiliadanza - Il Corpo
- Granular Synthesis & Angelin Preljocaj Ballet - N
- Le Guetteur, Luc Petton & Cie - Oscar
- Louis-Philippe Demers - L'assemblèe & Le Procès
- Merce Cunningham Dance Company - Events
- Merce Cunningham Dance Company - Pond Way, Native Green, Views On Stage
- Merce Cunningham Dance Company - Pond Way, Views On Stage, Sounddance
- Moving Into Dance-Mophatong - Mzansi-African Crossing
- Paola Bianchi - Come Conigli (visioni irrazionali)
- Polish Dance Theatre - Barocco, Zefirum, The Dove's Necklace
- Project Bandaloop - Crossing, Stories Of Gravity And Transformation
- Random Dance - Ataxia
- Rennie Harris, Puremovement - Repertory
- Rosas - Once & Desh
- Shen Wei Dance Arts - Rite Of Spring & Folding
- Stephen Petronio Company - Lareigne, Bud Suite, The Rite Part
- Stephen Petronio Company - Strange Attractors
- Studio Tanka - Silent Desert
- Von Krahl Theatre - The Swan Lake


2 agosto 2005

Danza: Do Theatre - Hopeless Games



Quello proposto dalla compagnia russa Do Theatre è il classico lavoro ispirato al teatro dell'assurdo.
In una stazione ferroviaria notturna ed isolata, sei personaggi si trovano ad attendere un treno che forse non arriverà mai. Tra di loro c'è diffidenza, forse anche paura, eppure un po' alla volta i sei entrano in contatto tra loro, un po' per scelta un po' per forza, ed i legami tra loro cambiano, maturano, si trasformano da rapporti positivi e situazioni sbagliate e viceversa.
Fino a quando, al mattino, il treno sembra finalmente arrivare, ed ognuno di loro torna ad essere sè stesso, con la propria diffidenza e la paura di un tempo, isolandosi nuovamente dagli altri.

La rappresentazione è curiosa, a tratti anche divertente e grottesca, anche se in alcuni punti risulta ostica e difficile da comprendere, soprattutto nel finale.

Ma quello che la compagnia vuol rappresentare è un messaggio forte, e che fa riflettere.
Quando ci troviamo in situazione lontane dalla nostra realtà, tra persone che non ci conoscono e che probabilmente non vedremo mai più, spesso ci comportiamo in maniera diversa rispetto alla nostra quotidianità.
In quale delle due situazioni siamo maggiormente noi stessi è difficile da stabilire.
Ma è sempre più frequente avere delle vite parallele: internet, le chat, gli sms... E' facile costruirsi un personaggio diverso, così come è semplice abbandonare ogni freno ed abbandonarsi ai propri istinti, ma anche alle proprie debolezze.
Ed a questo corrisponde anche una maggior difficoltà ad aprirsi completamente con una persona vicina.

Quanti sono gli amici a cui poter raccontare tutte le proprie sensazioni? Soprattutto tra uomini è complicato parlare di emozioni, di solito non si va oltre la gioia dell'aver vinto il torneo di calcetto...




permalink | inviato da il 2/8/2005 alle 16:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

sfoglia     luglio        settembre
 

 rubriche

Diario
Piccole_gioie_quotidiane

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom