.
Annunci online

 
Diario
 




______________________________




______________________________


Danza:

- Akram Khan Company / National Ballet Of China - bahok
- Alias Compagnie - Escucha Mi Cantar
- Ballet Du Grand Theatre De Geneve - Para-Dice, Selon Desir, Loin
- Ballet National De Marseille - La Citè Radieuse
- Balletto di Torino - .Ray Man and other works
- Centre Choregraphique National De Nantes Claude Brumachon & Benjamin Lamarche - Le Temoin
- Cie Bud Blumenthal/Hybrid - Les Reflets D'Ulysse
- Compagnia Abbondanza/Bertoni - Medea
- Compagnia Abbondanza/Bertoni - Polis
- Compagnie Heddy Maalem - Un Petit Moment De Faiblesse, Etude Nue, Le Sacre Du Printemps
- Company Blu - La casa invisibile
- Dancetheatre Of The National Theatre Of Northern Greece - Swan Lake City
- Do Theatre - Hopeless Games
- Ersiliadanza - Il Corpo
- Granular Synthesis & Angelin Preljocaj Ballet - N
- Le Guetteur, Luc Petton & Cie - Oscar
- Louis-Philippe Demers - L'assemblèe & Le Procès
- Merce Cunningham Dance Company - Events
- Merce Cunningham Dance Company - Pond Way, Native Green, Views On Stage
- Merce Cunningham Dance Company - Pond Way, Views On Stage, Sounddance
- Moving Into Dance-Mophatong - Mzansi-African Crossing
- Paola Bianchi - Come Conigli (visioni irrazionali)
- Polish Dance Theatre - Barocco, Zefirum, The Dove's Necklace
- Project Bandaloop - Crossing, Stories Of Gravity And Transformation
- Random Dance - Ataxia
- Rennie Harris, Puremovement - Repertory
- Rosas - Once & Desh
- Shen Wei Dance Arts - Rite Of Spring & Folding
- Stephen Petronio Company - Lareigne, Bud Suite, The Rite Part
- Stephen Petronio Company - Strange Attractors
- Studio Tanka - Silent Desert
- Von Krahl Theatre - The Swan Lake


10 dicembre 2004

Danza: Compagnia Abbondanza/Bertoni - Medea

 

 

 

 

"Non esiste dolore più grande dell'amore"

Da questo assunto di base, nasce la nuova produzione della Compagnia Abbondanza/Bertoni, "Medea", secondo capitolo di una trilogia intitolata "Ho male all'altro", ispirata alla tragedia classica, ed il cui primo capitolo, "Alcesti", narrava il sacrificio di una sposa per salvare il proprio marito.
Anche "Medea" parla di sacrificio per amore, ma in maniera molto più drammatica. In una scena essenziale e minimalista, pavimento bianco e fondale nero, si stagliano con un meccanismo perfetto di sovrapposizioni e contrasti le figure di Medea e di Giasone. Il loro è un innamoramento pieno di passione, di abbandono all'altro. Un amore che nasce e che si completa nella maternità. Ad innescare la tragedia è il tradimento di Giasone con Glauce. Medea, vittima, si abbandona al dolore per l'infedeltà subita, scatenando la sua furia in un estremo gesto tra amore e odio, uccidendo i propri figli. La sua anima candida, bianca, viene macchiata dal nero della colpa.
L'intera rappresentazione è carica di pathos, e l'estrema drammaturgia è completata da una musica ossessiva ed ipnotica, con qualche leggero sprazzo di luce. Tutto è perfetto in "Medea", dai costumi, nelle stesse tonalità di bianco e di nero, che permettono una maggior chiarezza nella narrazione e che diventano parte integrante di un testo inconscio, alle poche parti narrate. Ottimi gli interpreti, con la bravissima Antonella Bertoni nella parte di Medea, sempre perfetta nel rendere palesi le emozioni provate; perfino nel momenti di quasi comicità, in cui i gesti e le movenze diventano estremi, si intuisce la sofferenza e la follia che muovono Medea.




permalink | inviato da il 10/12/2004 alle 14:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre        gennaio
 

 rubriche

Diario
Piccole_gioie_quotidiane

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom