.
Annunci online

 
Diario
 




______________________________




______________________________


Danza:

- Akram Khan Company / National Ballet Of China - bahok
- Alias Compagnie - Escucha Mi Cantar
- Ballet Du Grand Theatre De Geneve - Para-Dice, Selon Desir, Loin
- Ballet National De Marseille - La Citè Radieuse
- Balletto di Torino - .Ray Man and other works
- Centre Choregraphique National De Nantes Claude Brumachon & Benjamin Lamarche - Le Temoin
- Cie Bud Blumenthal/Hybrid - Les Reflets D'Ulysse
- Compagnia Abbondanza/Bertoni - Medea
- Compagnia Abbondanza/Bertoni - Polis
- Compagnie Heddy Maalem - Un Petit Moment De Faiblesse, Etude Nue, Le Sacre Du Printemps
- Company Blu - La casa invisibile
- Dancetheatre Of The National Theatre Of Northern Greece - Swan Lake City
- Do Theatre - Hopeless Games
- Ersiliadanza - Il Corpo
- Granular Synthesis & Angelin Preljocaj Ballet - N
- Le Guetteur, Luc Petton & Cie - Oscar
- Louis-Philippe Demers - L'assemblèe & Le Procès
- Merce Cunningham Dance Company - Events
- Merce Cunningham Dance Company - Pond Way, Native Green, Views On Stage
- Merce Cunningham Dance Company - Pond Way, Views On Stage, Sounddance
- Moving Into Dance-Mophatong - Mzansi-African Crossing
- Paola Bianchi - Come Conigli (visioni irrazionali)
- Polish Dance Theatre - Barocco, Zefirum, The Dove's Necklace
- Project Bandaloop - Crossing, Stories Of Gravity And Transformation
- Random Dance - Ataxia
- Rennie Harris, Puremovement - Repertory
- Rosas - Once & Desh
- Shen Wei Dance Arts - Rite Of Spring & Folding
- Stephen Petronio Company - Lareigne, Bud Suite, The Rite Part
- Stephen Petronio Company - Strange Attractors
- Studio Tanka - Silent Desert
- Von Krahl Theatre - The Swan Lake


5 ottobre 2004

Danza: Granular Synthesis & Angelin Preljocaj Ballet - N

 





 


Da sempre l'uomo è in conflitto con se stesso, con la propria natura, con le proprie aspirazioni. "N", prestigiosa collaborazione tra la celebre compagnia di danza Angelin Preljocaj Ballet ed il gruppo di videoartisti Granular Synthesis si propone di rappresentare l'evoluzione di questa conflittualità insita nel genere umano.
Nel corso della storia umana, ma nel contempo anche nell'arco di una vita, le prime pulsioni, quelle di base, quasi animalesche sono il primo impatto dell'uomo nei confronti della realtà. E' il primo modo di comunicare un disagio che presto lascia il posto ad una maggiore struttura di pensiero. Il passaggio nello spettacolo da una condizione felina alla figura eretta tende a simboleggiare questo inizio di consapevolezza. L'uomo impara a conoscersi, a sfruttare i propri mezzi, condizione che si estende anche alla realtà circostante. Non più quindi solamente i mezzi legati alla propria fisicità, ma anche l'utilizzo di strutture diverse, evoluzione ben identificata con le prime armi rudimentali utilizzate dalla compagnia di danza. L'uomo diventa quindi forte, potente, ed è necessario veicolare questa nuova condizione in canoni conosciuti: per questo nascono la filosofia, la politica, ma soprattutto la religione, come strumenti di controllo delle masse. Le crescenti conoscenze portano però l'uomo a non accontentarsi di ciò che gli viene proposto dall'esterno, è stufo di subire queste manipolazioni e cerca quindi una ribellione. Violenta, cattiva, purtroppo necessaria. Alla distruzione di questi falsi dei deve però seguire una nuova organizzazione del pensiero comune. E qui sta il messaggio nichilista di "N". Forse l'uomo non ha la forza per vivere di per sè, forse l'uomo ha bisogno di riferimenti precisi, ha bisogno di idoli. Un uomo bendato, che non trova la propria strada e che si deve affidare a qualcuno, a qualcosa. Ma con una maggiore sicurezza, una forza interiore maggiore, non più facendosi manipolare, ma lasciandosi guidare, per arrivare ad una nuova e definitiva libertà.





 





 





 

 

"N" è uno spettacolo forte, che seppur non aggiungendo nulla di nuovo alla danza contemporanea, sfrutta al meglio l'interazione tra il balletto e le nuove forme d'arte. L'uso delle luci è sapiente e la musica, industriale, ossessiva, penetrante, è parte fondamentale della performance. Meno presente la parte video, che avrebbe potuto essere sfruttata in maniera migliore. In definitiva una performance di forte impatto, coinvolgente, mai banale nè nella forma nè nei contenuti. Se i risultati sono questi, ben vengano le contaminazioni tra arti e stili diversi.
Complimenti quindi a transart, che da sempre di queste interazioni si fa paladina.

http://www.transart.it




permalink | inviato da il 5/10/2004 alle 15:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     settembre        novembre
 

 rubriche

Diario
Piccole_gioie_quotidiane

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom