.
Annunci online

 
Diario
 




______________________________




______________________________


Danza:

- Akram Khan Company / National Ballet Of China - bahok
- Alias Compagnie - Escucha Mi Cantar
- Ballet Du Grand Theatre De Geneve - Para-Dice, Selon Desir, Loin
- Ballet National De Marseille - La Citè Radieuse
- Balletto di Torino - .Ray Man and other works
- Centre Choregraphique National De Nantes Claude Brumachon & Benjamin Lamarche - Le Temoin
- Cie Bud Blumenthal/Hybrid - Les Reflets D'Ulysse
- Compagnia Abbondanza/Bertoni - Medea
- Compagnia Abbondanza/Bertoni - Polis
- Compagnie Heddy Maalem - Un Petit Moment De Faiblesse, Etude Nue, Le Sacre Du Printemps
- Company Blu - La casa invisibile
- Dancetheatre Of The National Theatre Of Northern Greece - Swan Lake City
- Do Theatre - Hopeless Games
- Ersiliadanza - Il Corpo
- Granular Synthesis & Angelin Preljocaj Ballet - N
- Le Guetteur, Luc Petton & Cie - Oscar
- Louis-Philippe Demers - L'assemblèe & Le Procès
- Merce Cunningham Dance Company - Events
- Merce Cunningham Dance Company - Pond Way, Native Green, Views On Stage
- Merce Cunningham Dance Company - Pond Way, Views On Stage, Sounddance
- Moving Into Dance-Mophatong - Mzansi-African Crossing
- Paola Bianchi - Come Conigli (visioni irrazionali)
- Polish Dance Theatre - Barocco, Zefirum, The Dove's Necklace
- Project Bandaloop - Crossing, Stories Of Gravity And Transformation
- Random Dance - Ataxia
- Rennie Harris, Puremovement - Repertory
- Rosas - Once & Desh
- Shen Wei Dance Arts - Rite Of Spring & Folding
- Stephen Petronio Company - Lareigne, Bud Suite, The Rite Part
- Stephen Petronio Company - Strange Attractors
- Studio Tanka - Silent Desert
- Von Krahl Theatre - The Swan Lake


11 novembre 2008

Piccole_gioie_quotidiane_#08

Sentirsi addosso l'odore di un amico.



Ci sono momenti particolari, spesso inaspettati, in cui si crea con una persona a cui vuoi bene un'alchimia particolare, una complicità che non ha nulla di razionale.
Può capitare in una situazione di difficoltà, quando ci si lega ad un amico in maniera forte e priva di controllo; oppure in un momento particolarmente intenso, in cui vivere assieme una grande emozione avvicina l'anima delle persone.

Mi è capitato spesso in quest'ultimo periodo, per fortuna in situazioni gradevoli: 
                un concerto vicino ad un nuovo amico, 
                                    una serata "triste" in una discoteca vuota, quando ballare significa sfilare come una modella con un folle compagno di giochi; 
                      oppure ancora un evento teatrale particolarmente intenso con uno sconosciuto al fianco.

Il pathos che si crea in questi momenti è qualcosa di molto forte, ma anche molto intimo; porta in sè la consapevolezza della fugacità, il raggiungimento di un climax dopo il quale ogni percezione cambia.

Spesso, dopo queste forti sensazioni, oltre al ricordo di un'emozione intensa, mi rimane un odore, un profumo... E' strano, razionalmente sciocco, eppure mi capita di sentire addosso l'odore della persona che ha condiviso tutto questo con me.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. odore profumo piccole gioie quotidiane

permalink | inviato da freestate il 11/11/2008 alle 18:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


31 luglio 2008

Piccole_gioie_quotidiane_#06

Una conversazione stupida con due cari amici.



Ultimamente sembra essere molto di moda riportare nei blog le conversazioni, reali o virtuali, con i propri amici. Non mi piace, ma per stavolta mi adeguo...

D. e A. sono due miei cari amici.
Tempo fa abitavamo vicini, e ci si vedeva spesso. Poi, quasi nello stesso momento, entrambi si sono trasferiti a Roma. Ammetto di aver sofferto un po' per questo distacco, e per un attimo avevo accarezzato anch'io l'idea di spostarmi in capitale.
In ogni caso, il rapporto d'amicizia è rimasto, e di questo sono molto felice.
Ogni tanto riusciamo a vederci, e comunque ci sentiamo spesso. Assieme ci divertiamo come delle pazze, fino a sembrare tre bambini deficienti. Lo sappiamo, ma non ci importa, perchè ogni tanto, fare i bambini deficienti è una piccola (grande) gioia quotidiana.


Ecco qua una nostra chiacchierata su msn. Questi siamo noi:

A     D, hai chiamato V.?
M     chi è?
A     ma bionda, non ti ricordi piu' un cazzo tu
M     sono gli ormoni che prendo per farmi crescere le tette
D     hahahahahahahahahahhahaha
D     hahahahhahahahahahahahahahahhaa
D     hahahahahahahahhahahahahahahahhahaha

A     AHAHAHAHAHHAAHAHHA
M     ahahahahahahha
D     ahahhahahahahahahhahahahahahahahahahah
D     hahahahhahahahahahahhaha

M     ahaaaaaaaaaaahahahahHAHAHAHHHHA
A     AHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHHHA
D     hahahahhaha
A     AHAHHAHAHAHAHAHA
D     ahahahhahahahaha
M     AhahhahaHHA
D     mi sto sentendo male
D     hahahahahahahahahhahaha

M     CHE TRE SCEMI
D     hahahhaa


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. piccole gioie quotidiane amicizia chiacchiere

permalink | inviato da freestate il 31/7/2008 alle 12:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (29) | Versione per la stampa


27 giugno 2008

Piccole_gioie_quotidiane_#04

Passare una giornata a letto a parlare con un amico che ti sa ascoltare.



... e che mi sopporta anche se quando dormo sono un grillo...

                        Questa è una piccola (grande) gioia quotidiana!


10 giugno 2008

Piccole_gioie_quotidiane_#03

Poter rimettere, dopo tanto tempo, quei jeans a cui sono molto legato e che ultimamente mi stavano "un po' stretti".



Negli ultimi due mesi ho perso 5 chili.
Non c'è miglior dieta delle pene d'amore.
Ringrazio quindi (omissis).


                
PS: anche togliere i jeans a Flavio Montrucchio sarebbe una piccola grande gioia quotidiana, che ne dite?


2 giugno 2008

Piccole_gioie_quotidiane_#02

Fare uno squillo ad un amico, e sentirti rispondere, con la bocca piena: "Sto mangiando un biscotto!"



Io non ripenso mai al mio passato; probabilmente sbaglio, lo so, ma riesco a malapena a gestire il presente.
Ogni tanto però capita di trovarsi di fronte ad espressioni, colori, profumi, che hanno il potere di far emergere sensazioni dimenticate.

...Sto mangiando un biscotto...

Una frase qualunque, che però ha in sè qualcosa di infantile, di fanciullesco.

Per un attimo sono tornato a quando ero piccolo ed aiutavo mia madre a cucinare i biscotti. 
                
...marmellata, nocciole, cacao...
Con mio fratello poi, era una lotta a chi aveva più farina sui vestiti e nei capelli... ma vincevamo sempre entrambi.

Bei momenti che avevo dimenticato.
Recuperarli è stata una piccola (grande) gioia quotidiana.
Grazie.



E adesso vediamo se qualcuno si riconosce in questa frase detta al telefono...


26 maggio 2008

Piccole_gioie_quotidiane_#01

Mio fratello che mi chiede, senza alcun imbarazzo, se mi sono trovato il moroso...



Sono molto fortunato; ho un fratello, di pochi anni più giovane di me, con cui ho un bellissimo rapporto. Passiamo molto tempo insieme, ed è una delle persone con cui mi diverto di più.
Eppure, pur confrontandoci su tante cose, ci sono argomenti che non affrontiamo mai.

Uno di questi ad esempio riguarda le mie scelte di vita; lui le ha accettate di buon grado, senza troppe complicazioni, ma difficilmente tocchiamo il discorso; io ho sempre paura di metterlo in una posizione di disagio parlandogli di cose a lui distanti, e lui rispetta la mia privacy.

In questi ultimi anni però ci sono stati alcuni momenti in cui l'ho sentito molto vicino anche in questo senso;
alcuni anni fa, ad esempio, passando davanti ad un negozio di sport, mi chiese se volevo che rubasse per me una gigantografia di David Beckham; una battuta ovviamente, ma che per me ha significato molto.
Con questa battuta infatti aveva bruciato tutte le mie paure, e mi aveva tolto un grande peso dallo stomaco.

Un altro episodio lo scorso venerdì, quando, mentre mi infighettavo per uscire, mi ha chiesto a bruciapelo se avessi un ragazzo. Ammetto di essere rimasto un po' spiazzato da questa sua domanda... Però mi ha fatto molto piacere.

Ho così capito che le mie titubanze ed insicurezze nei suoi confronti sono probabilmente immotivate.
Sono contento.

E' stata una piccola (grande) gioia quotidiana.


-------------------------------------------------------------------------------------

Spesso mi si rinfaccia che questo blog è tanto tanto triste.
Forse è vero...

Nelle mie giornate ci sono tante cose belle, divertenti; di solito condivido  queste esperienze con i miei amici, al telefono, in macchina, o magari davanti ad un mojito.
Voglio cominciare a condividerle anche con voi qua dentro.

Aspettatevi altre piccole gioie quotidiane...



" Era una di quelle giornate in cui tra un minuto nevica... e c'è elettricità nell'aria... puoi quasi sentirla.
Mi segui?
E questa busta era lì... danzava con me, come una bambina che mi supplicasse di giocare... per quindici minuti.

E' stato il giorno in cui ho capito che c'era... tutta un'intera vita, dietro ogni cosa... e una incredibile forza benevola, che voleva sapessi che non c'era motivo di avere paura.

Mai.

Vederla sul video è povera cosa, lo so.
Ma mi aiuta a ricordare.
Ho bisogno di ricordare.

A volte c'è così tanta... bellezza... nel mondo... che non riesco ad accettarla... e il mio cuore sta per... franare. "

              da American Beauty         


sfoglia     settembre        dicembre
 

 rubriche

Diario
Piccole_gioie_quotidiane

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom